Il sonno del bambino: 10 consigli per una nanna serena in cameretta

Il sonno del bambino è diverso da quello degli adulti ed è influenzato da diversi fattori.

Fondamentale nella vita quotidiana di tutti, il sonno è a maggior ragione importante in quella dei più piccoli che fin dai primi giorni ne hanno bisogno per costruire la loro fitta rete di neuroni.

Un sonno riposante garantisce un risveglio più sereno, maggiori capacità di apprendimento e concentrazione durante il giorno, permette il rilascio dell’ormone della crescita e di ripulire il cervello dalle tossine di scarto accumulate nelle attività diurne.

Riposare meno, al contrario, può nel breve termine creare irritabilità e difficoltà mnemoniche e a lungo termine favorire lo svilupparsi di altre patologie croniche.

Nei primissimi mesi i bambini passano quasi tutto il tempo a dormire, circa 16 ore al giorno, con continui risvegli.

Per i neonati il ritmo sonno-veglia è stabilito principalmente dallo stimolo della fame, per cui si svegliano e una volta sazi si riaddormentano.

La loro percentuale di fase REM, funzionale allo sviluppo cerebrale, è infatti molto alta, facendo sì che spesso non giungano alle fasi profonde del sonno.

Solo successivamente, verso i tre anni circa, diminuisce e i risvegli, pur permanendo, gradualmente vengono meglio gestiti, arrivando alla maturazione e autonomia nel riaddormentarsi tipica di un adulto.

Come aiutare il bambino a dormire sereno nella sua cameretta?

I risvegli notturni soprattutto nei primi 3 anni di vita sono del tutto fisiologici.

In compenso però esiste tutta una serie di accorgimenti che possiamo adottare, per favorire il più possibile un riposo tranquillo del bambino nella sua cameretta.

Possono sicuramente aiutare abitudini familiari favorevoli :

  • stabilire un rituale della ninna;
  • evitare pasti serali di difficile digestione;
  • non intraprendere attività di gioco serali troppo movimentate;
  • preferire una lettura serale rilassante all’uso di device tecnologici.

ma è anche importante curare l’ambiente fisico affinché vengano eliminati ulteriori fattori di disturbo a volte sottovalutati.

camera da letto di design stile montessori per bambini
pawoo – camera da letto con lettino stile montessori, libreria e portagiochi

La cameretta è in grado di sprigionare energia attraverso stimoli visibili e non

che il bambino, particolarmente sensibile di natura, tende a percepire anche inconsciamente.

E’ per questo che non bisogna curare lo spazio solo per il suo uso diurno ma anche per la percezione che il bambino ne ha nelle ore serali e notturne, rendendo la zona adibita al sonno il più possibile neutra e rilassante.

Per far ciò è importante:

  • creare un ambiente che il bambino riconosca come confortevole e familiare;
  • ove possibile, separare visivamente la zona notte da quella gioco;
  • studiare un’illuminazione della cameretta idonea anche alle ore serali;
  • favorire un ambiente privo di rumori fastidiosi;
  • eliminare arredi incombenti e altri elementi che possano arrecare fastidio al bambino;
  • scegliere materiali naturali senza sostanze tossiche.

Con questi accorgimenti e uno studio attento della cameretta è possibile creare le condizioni favorevoli per una nanna serena del bambino.

Hai bisogno di una consulenza per la cameretta del tuo bambino? Scrivi a info@pawoodesign.com